Progetto HIP HOP Football: perché il calcio è musica

Sabato 21 gennaio 2017 parte il progetto HIP HOP Football, dedicato ai nostri Pulcini 2008: una delle nostre proposte innovative, per aumentare il bagaglio motorio e di esperienze dei nostri bambini.

Perchè il calcio è musica per le nostre orecchie…

L’hip hop è un ballo molto dinamico e ritmico. La fortissima componente della ritmica è un aggancio molto importante per coinvolgere l’attenzione del bimbo e aiutarlo a concentrarsi sull’attività. L’attenzione al ritmo favorisce lo sviluppo delle capacità matematiche e dell’attenzione selettiva nei confronti dello spazio, oltre che del suono.

I bambini vengono attirati dalla musica hip hop e affascinati dai suoi movimenti quando sono ancora piccolissimi: questi gesti li incuriosiscono e li divertono perché aprono la fantasia a mille agganci: il corpo diventa un cartone animato, un robot, una macchina, si fa liquido, solido, di gomma, lento, rapido, leggero, pesante, pesantissimo in una serie senza fine di possibilità giocose.

Una lezione è composta da esercizi di riscaldamento per aiutare i piccoli ad entrare nel corpo, nell’ascolto e nell’attenzione al movimento, allo spazio, al ritmo, al suono ed alla comunicazione con l’altro.

Deve poi essere presente una parte di lavoro dedicata all’esplorazione del gesto, che conduce verso l’improvvisazione o free style. Vengono in seguito affrontate alcune sequenze coreografiche, dando modo ai piccoli allievi di esercitare la memoria corporea e la capacità di mettere in successione temporale gli eventi.

Serve quindi molto anche nel percorso di crescita motorio, relazionale e psicologico legato al calcio: coordinazione, multilateralità, autostima, ritmo, comunicazione con il compagno, spirito di squadra.

Vuoi partecipare? Ecco tutti i dettagli.

Dove? Palestra comunale Scuola media “Rodari” piazza Nenni, Desio.
Quando? Da gennaio, per n° 4 lezioni, il sabato mattina ore 10-11.
Con chi? Con il maestro di Hip Hop Max Nasuti.

HIP HOP Football