Uniti si Vince – Il Manifesto

Questo documento è stato elaborato in base alle principali richieste e proposte arrivate prima e durante il convegno “Uniti si Vince”, il primo convegno totalmente online nella storia del calcio italiano, al quale hanno contribuito oltre 300 Società ed operatori del settore da tutta Italia, con il coinvolgimento di 5470 utenti in diretta Facebook. Affinchè si possa discutere in maniera più dettagliata e performante questi punti emersi dalla sintesi degli interventi dei professionisti intervenuti come relatori e delle istanze del mondo del calcio di base, chiediamo gentilmente la possibilità di fissare una call con il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora e il presidente della LND Cosimo Sibilia.

PROSSIMA STAGIONE – CAMPIONATI

  • Chiediamo che le iscrizioni a tutti i campionati della LND per la stagione 2020/21 siano gratuite.
  • Chiediamo che il costo dei tesseramenti venga rivisto al ribasso in maniera importante (dal 50 al 100%), soprattutto sgravandolo negli ingenti costi assicurativi (pur mantenendo inalterate le medesime tutele).

PROSSIMA STAGIONE – FORMAZIONE

  • Chiediamo l’attivazione da parte della FIGC di corsi per allenatori che nella parte teorica vengano svolti online e che abbiano costi più abbordabili.
  • Chiediamo l’introduzione di un vasto programma di corsi online a costi abbordabili per: Responsabili di Settore giovanile, dirigenti sportivi, segretari.
  • Chiediamo l’introduzione di nuovi corsi per permettere alle Società di arrivare all’autosostenibilità per: Responsabile della comunicazione, Responsabile marketing, Responsabile organizzazione eventi, Responsabili rapporti con la comunità. Percorsi formativi da realizzare in partnership con centri qualificati e universitari. Questo pacchetto di proposte sarà seguito a breve da uno specifico progetto ad hoc.
  • SOSTEGNO URGENTE
  • Chiediamo l’introduzione di un Credito di imposta per le sponsorizzazioni sportive finalizzato a incentivare le imprese che promuovono la propria attività, tramite campagne pubblicitarie e sponsorizzazioni a società e associazioni sportive dilettantistiche. Il credito d’imposta potrebbe essere previsto nella misura del 50% dei costi sostenuti. Il credito di imposta potrebbe innescare un circolo virtuoso in cui l’attività di promozione e sponsorizzazione permetterebbe di contribuire al sostegno dei vari operatori sportivi. Un maggiore credito d’imposta potrebbe essere previsto nel caso di sponsorizzazioni e campagne pubblicitarie realizzate mediante strumenti digitali o da parte di PMI e start Up innovative.
  • Chiediamo che il mondo del calcio professionistico sia stimolato a dare un aiuto concreto al mondo dei dilettanti, perché non c’è vertice della piramide senza la sua base: in questo senso proponiamo la creazione di un Fondo da ripartire tra le ASD con criteri meritocratici che tengano conto oltre che dei risultati tipicamente sportivi anche della dimensione sociale in termini di inclusione nella pratica sportiva.
  • Chiediamo che si vada incontro, in maniera netta e concreta, a tutte le realtà sportive che hanno in gestione impianti sportivi, delineando un sistema di aiuti e agevolazioni sul fronte dei canoni, delle utenze, delle concessioni e di tutte le altre spese e gli altri impegni economici annessi.
  • Chiediamo che sull’esempio di quanto sta facendo Regione Lombardia, ogni Regione trovi risorse utili per finanziare due Bandi (snelliti da burocrazia e facilmente accessibili) rispettivamente per aiutare le società sportive alla ripresa con contributi economici a fondo perso e per adeguare gli impianti a migliori standard di salute e sicurezza.
  • Chiediamo, altresì, che vengano studiate le modalità operative grazie alle quali le ASD possano aspirare ad attingere, in maniera semplificata, a fondi pubblici di qualsiasi livello.

COLLABORATORI SPORTIVI

  • Chiediamo che venga definito un pacchetto di maggiori tutele permanenti per i collaboratori sportivi aprendo un Tavolo di lavoro specifico ad hoc con i player del settore.